logo alto
logo basso
15 dicembre 2018
   
     
  7 Settembre : Giornata Internazionale Contro l’Incenerimento dei Rifiuti  
spacer
     
 
Comunicato Stampa

di: Greenpeace di Como, Circolo Ambiente “Ilaria Alpi”, Rete Donne Brianza

Merone, lunedì 5 settembre 2005

7 SETTEMBRE : Giornata Internazionale Contro l’Incenerimento dei Rifiuti

In oltre 30 città italiane e in più di 45 paesi in tutto il mondo, il 7 settembre 2005 sarà una giornata di mobilitazione contro l’incenerimento dei rifiuti e a favore di soluzioni innovative ed ecologiche.

Giunta ormai alla sua quarta edizione, la Giornata Globale contro i Rifiuti e l’Incenerimento indetta indetta per il 7 settembre da GAIA - Global Alliance for the Alternatives to Incineration (l’Alleanza Globale per le Alternative all’Incenerimento) ha raccolto adesioni da oltre 200 gruppi e coalizioni di cittadini in tutto il mondo.

Per la sera del 7 settembre, Greenpeace di Como e le due associazioni ambientaliste meronesi Circolo Ambiente Ilaria Alpi e Rete Donne Brianza, hanno organizzato una fiaccolata di fronte al municipio, per protestare contro l’incenerimento dei rifiuti nella Cementeria Holcim di Merone.

Spiega Roberto Fumagalli, del Circolo Ambiente Ilaria Alpi: “Con questa fiaccolata vogliamo protestare contro la trasformazione della cementeria Holcim in un vero e proprio inceneritore di rifiuti. Possiamo parlare di un inceneritore a tutti gli effetti perché le tipologie di rifiuti che il cementificio è autorizzato a smaltire aumentano di anno in anno, e comprendono oggi, tra gli altri, rifiuti industriali, farine animali, oli esausti, Combustibile Derivato dai Rifiuti (CDR), e infine, da aprile, anche i fanghi dei depuratori. Che sono, per il momento, quelli del depuratore di Milano. Tutto questo a scapito della salute dei cittadini e della promozione della raccolta differenziata, che in Provincia di Como si attesta su un misero 39,4%, mentre nella vicina Provincia di Lecco raggiunge da anni oltre il 50%.”

“La nostra protesta”, continua Lisa Nitti, Rete Donne Brianza, è rivolta anche all’Amministrazione Comunale di Merone. Durante la campagna elettorale e quando era all’opposizione, Pietro Brindisi si è sempre dichiarato contrario ai rifiuti in Cementeria. Da quando è stato eletto sindaco invece, Brindisi ha improvvisamente cambiato idea e non ha fatto nulla per contrastare l'incenerimento dei rifiuti alla Holcim… anzi, ha invece accolto con favore l'autorizzazione a bruciare anche i fanghi milanesi, sostenendo che sono “meno tossici!”. Tra l’attuale e la precedente amministrazione vedo una continuità anche sulla assoluta mancanza di informazioni ai cittadini. Entrambe le amministrazioni si sono rifiutate di fornire i dati del monitoraggio in continuo. Si sono ben guardate dal diffondere le allarmanti cifre dei rapporti ARPA 2002 e 2003, che denunciano il peso della Holcim nell’inquinamento a Merone e una presenza di metalli pesanti nelle polveri di Monguzzo superiore a quelli di Como per cromo, piombo, vanadio, bromo e nichel.”

Laura Molinari, coordinatore di Greenpeace di Como, ribadisce: “Le ricerche hanno dimostrato che gli inceneritori sono industrie cancerogene, che producono centinaia di agenti inquinanti come diossine e metalli pesanti, che causano una varietà di problemi alla salute, come cancro, disfunzioni all’apparato riproduttivo e dello sviluppo e del sistema immunitario. Le soluzioni alternative all’incenerimento, riassunte nel concetto di Opzione Rifiuti Zero, sono: ridurre la quantità e la tossicità dei materiali usati e scartati, il riciclo, il riutilizzo e il compostaggio. La rete internazionale di GAIA, che riunisce oltre 500 organizzazioni di oltre 77 paesi contrasta gli inceneritori e promuove i principi di Rifiuti Zero. Le esperienze di centinaia di comunità locali in tutto il mondo dimostrano che le alternative all’incenerimento riducono le conseguenze negative sulla salute, contribuendo anche a sviluppare l’economia locale.”

Gli organizzatori invitano tutti i cittadini di Merone e dell'Erbese che hanno a cuore la salute e l'ambiente a partecipare alla fiaccolata di protesta di mercoledì sera. All’iniziativa hanno aderito finora: Comitato Orrido d'Inverigo, Arci di Como, PRC, Italia dei Valori.

 
Torna all'inizio        
 
sfondocolonna © 2004 - 2018 - Rete Donne Brianza - All rights reserved